La Bicicletta verde: Un film di conquiste e libertà

La bicicletta verde è un film del 2012 scritto e diretto da Haifaa Al-Mansour, prima regista donna dell’Arabia Saudita. In un paese senza sale cinematografiche, una regista donna rappresenta un unicum, una rarità, considerando le forti pressioni religiose e comportamentali imposte in quella nazione. Non è quindi un caso che il film tratti della condizione delle donne nei paesi arabi utilizzando come leitmotiv un simbolo di libertà: la bici.

La protagonista del lungometraggio è Wadjda, una bambina anticonformista e piena di sogni e aspettative verso il futuro. Wadjda dopo la scuola, rigorosamente solo femminile, trascorre i suoi pomeriggi a giocare con l’amico Abdullah e spesso usa la sua bicicletta per esplorare la città.kogswell_porteur

Wadjda un giorno si imbatte in una bicicletta verde nuova fiammante trasportata da un camion, la segue per le vie della città, sino a quando la vede consegnare al negozio che la metterà in vendita. La protagonista dunque ha un nuovo obiettivo: acquistare questo piccolo gioiello su due ruote, da sola, usando solo le sue forze e tutti i mezzi possibili per raggiungere la somma di denaro necessaria.

La piccola non può contare sul sostegno della famiglia, che, anzi, manifesta più di una rimostranza verso il suo progetto portato avanti con così tanta indipendenza e determinazione, inizia a trovare mille escamotage per guadagnare soldi per realizzare il suo sogno di possedere la bici verde: questa rappresenta l’emancipazione di una giovanissima che, nonostante le oppressioni e i divieti dell’ambiente familiare e sociale, agisce con coraggio per conquistare questo simbolo di libertà.

Il destino sembra venire in aiuto di Wadjda quando nella sua scuola viene indetta la Gara di Corano il cui primo premio copre l’intera cifra per l’acquisto della bici. Con estrema determinazione si dedica allo studio del Corano, con sessioni di studio intensive, al solo scopo di acquistare la bici, senza alcuna implicazione spirituale. Wadjda vince il concorso, ma la strada per la realizzazione il suo sogno è ben lontana dal venire…

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *